Reviews



10/05/2006

Soulgrinder - METAL MANIAC 7/10


Mark 7/10
Author Alessio Minoia

Riescono finalmente a dare una continuità agli sforzi compiuti dal lontano 1991 i cuneesi Anthenora, giunti con "Soulgrinder" al secondo full lenght dopo "The Last Command" del 2004.
La proposta non cambia di una virgola, nati come cover band dei Maiden, Malice ed affini, i nostri continuano a sparare dritto in quella direzione, snocciolando un campionario di fughe metal cariche di assoli, ritornelli fieri e tronfi, ritmi serrati e chitarre al fulmicotone. Dall'iniziale "June 6 1944 Overlord", supportata da una doppia cassa rigorosa, all'ipnotica "Cassandra", concludendo con l'anthem finale "Steel Brigade". Tutto il disco è pervaso da un amore e una dedizione al genere pressoché totale, non ci è pertanto difficile scorgere i geni di Metal Church, Annihilator o Iced Earth tra le pieghe di un songwriting ottimo, variegato ed aiutato da quindici anni di esperienze comuni. Le influenze a stelle e strisce non si fermano solamente ai chorus, "aromatizzando" gli spartiti di chitarra con un suono asciutto e composto, degno contraltare di un riffing incisivo con assoli e cambi di ritmo al di sopra della media. Di livello anche la scelta di una cover che ci rimanda ai Sanctuary di Warrel Dane. Sarebbe un vero peccato lasciarsi sfuggire una realtà come quella degli Anthenora all'interno del panorama tricolore. Stoici.

[back]
[top]
Player [pop out]
loading...